probiotici cosa servono | come e quando prendere i fermenti

da | Ultimo aggiornamento 03-04-2022 | Salute e Igiene

Integratori probiotici a cosa servono

Ma prima… perché dovresti fidarti delle mie recensioni?

Su OpinioniProdotto.it, passo la maggior parte del tempo a ricercare, analizzare e, spesso anche a testare prodotti. Tutto questo per segnalarti le migliori scelte che puoi fare durante i tuoi acquisti. Il mio guadagno? Lo ricevo solo se acquisti un prodotto attraverso i link indicati, ma a te non costa nulla! Quindi perché non seguire i consigli e trovare, in un batter d’occhio il meglio per le tue richieste? Per saperne di più

 

Pobiotici cosa servono? Questi, sono integratori per il benessere che introducono ulteriori batteri utili nel tuo sistema. Il corpo umano ospita trilioni di batteri che lavorano per mantenerlo funzionante a un livello ottimale e questi integrano quelli già presenti. Si dice che tali integratori forniscano una moltitudine di benefici per la salute, dalla pulizia della pelle alla perdita di peso al miglioramento della funzione cerebrale e quella epatica. Vediamo tutte le novità per questo Novembre 2022

Probiotici cosa servono: guida acquisto migliori integratori oggi in commercio

La maggior parte dei batteri buoni vive nell’intestino. In effetti, è qui che ha sede quasi tutto il tuo sistema immunitario. A volte, i batteri “buoni” nel tratto digestivo possono diminuire, aprendo la porta ai batteri “cattivi”, che entrando, possono prendere il sopravvento. Introducendo dei microrganismi probiotici, puoi aiutare a reintegrare i batteri buoni per mantenere il tuo corpo funzionante come normalmente dovrebbe.

A cosa servono i probiotici  in definitiva?

Se ti sei posto la domanda “a cosa servono i probiotici” e, non riesci a darti una valida risposta ecco tutto quello che devi sapere. I diversi ceppi di probiotico sono utili per cose diverse, ma nessuno di loro ti farà del bene se queste sono scadute o non più utilizzabili. La carica è un altro problema a cui dovresti prestare attenzione. Se, dopo tutti questi termini, la tua domanda è ancora senza una valida risposta e desideri un aiuto per cercare di capirci di più sui diversi ceppi disponibili oggi, continua a leggere per tutte le informazioni. A fine articoli sarai un esperto.

probiotici cosa servono

Lo sapevi che: I probiotico aiutano a produrre enzimi di cui il tuo corpo ha bisogno per scomporre e assorbire gli alimenti in modo efficiente.

I probiotici | significato e ceppi più comuni

Probiotico definizione e significato

La maggior parte dei microrganismi probiotici non viene fornita con un singolo ceppo di batteri. In effetti, ci possono essere dino a sette o più ceppi in un integratore. Questa diversità è una buona cosa perché ogni tipo, aiuta il tuo corpo in un modo diverso. Ecco alcuni dei tipi più comuni di batteri che puoi aspettarti di trovare in un integratore di questo tipo.

Bifidobacterium bifidum

B. bifidum è uno dei più popolari batteri che stimola il sistema immunitario. I suoi effetti sono simili a L. acidophilus: può aiutare a migliorare la digestione e può anche proteggere da alcuni agenti patogeni intestinali. Alcuni studi suggeriscono che B. bifidum aiuta a migliorare i sintomi della sindrome dell’intestino irritabile (IBS).

Lactobacillus rhamnosus

L. rhamnosus è uno dei preferiti di chi viaggia, perché può aiutare a prevenire la diarrea del viaggiatore. Ha mostrato anche il miglioramento nelle condizioni croniche della pelle lenitive come l’eczema.

Lo sapevi che: I probiotici si trovano naturalmente negli alimenti fermentati come il kefir e lo yogurt. Tuttavia, la maggior parte delle persone non consuma questi alimenti regolarmente. Anche se lo fai, potresti non ottenere quanto necessario, in particolare se hai appena finito di farti una confezione o più di antibiotici.

Lactobacillus acidophilus

Forse il tipo più comune tra i probiotici, L. acidophilus è un batterio resistente che può aiutare a rafforzare il sistema immunitario. Aiuta anche con la digestione e l’assorbimento degli alimenti. Molte persone intolleranti al lattosio riferiscono di una migliore digestione dei latticini quando introducono L. acidophilus nella loro dieta.

Bifidobacterium longum

B. longum può aiutare a inibire la crescita di batteri nocivi nel tratto digestivo. Può anche promuovere la regolarità, quindi se soffri di stitichezza, potresti prenderlo in considerazione. Alcuni studi suggeriscono anche che può aiutare a migliorare la funzione cerebrale diminuendo i livelli di cortisolo e migliorando la memoria.

Probiotico | cosa controllare nell’etichetta

Culture vive

È importante assicurarsi che i batteri nel probiotico scelto siano vivi. Altrimenti, il supplemento non ti servirà a nulla. Controlla l’etichetta per una frase come “Batteri vivi vitali fino alla fine della durata di conservazione”. Ciò significa che i batteri sono vivi e, a condizione che siano conservati correttamente, lo rimarranno fino alla data di scadenza indicata sul prodotto.

Data di scadenza

La maggior parte di probiotico sono progettati per essere assunti una volta al giorno. Verifica il numero di pillole in un flacone per assicurarti che la data di scadenza sia almeno così lontana. Altrimenti, pagherai per un prodotto che non sarai in grado di utilizzare.

Numero e tipo di ceppi

I migliori probiotici includono più ceppi di batteri buoni. Esamina l’etichetta nutrizionale per vedere quanti ceppi e quali tipi sono inclusi. Sono queste le varietà di cui hai bisogno per i tuoi particolari problemi di salute?

Per la tua sicurezza: se un probiotico deve essere conservato in frigorifero, è fondamentale non lasciarlo troppo a lungo sul tavolo della cucina. Ciò potrebbe causare la morte dei batteri più rapidamente, rendendo effettivamente inutile la sua assunzione.

Efficacia

Per determinare la potenza, guarda le unità formanti colonie totali (UFC) nel tuo probiotico. Come regola generale, un probiotico di base dovrebbe avere un minimo di 1 miliardo di UFC per pillola e puoi arrivare fino a 10 miliardi di UFC per pillola. Non c’è bisogno di assumere valori più alti di questo per l’uso quotidiano, ma se hai una situazione speciale, come essere sotto antibiotici, potresti voler cercare un probiotico che abbia fino a 50 miliardi di UFC per pillola (un consulto con il tuo medico sarebbe d’obbligo).

Informazioni sulla conservazione

La maggior parte dei microrganismi probiotici dovrebbe essere conservata in frigorifero, ma ce ne sono alcuni che possono essere tranquillamente conservati a temperatura ambiente. Uno di questi sarà più adatto a te se hai intenzione di viaggiare e non hai accesso a un frigorifero o un dispositivo di raffreddamento. Assicurati di sapere prima il metodo di conservazione consigliato (refrigerato/non refrigerato) prima dell’acquisto.

Certificazione di terze parti

Sebbene non sia cruciale, una certificazione di terze parti può aiutarti a sentirti più sicuro che il probiotico che stai scegliendo sarà all’altezza della potenza indicata sull’etichetta. Non tutti i produttori di probiotici passano attraverso il processo di certificazione perché è qualcosa di costoso. Ma se sei preventuo riguardo agli integratori per aumentare le tue difese immunitarie, che prendi, è meglio cercarne uno che sia certificato per purezza e potenza da istituti terzi.

Consiglio dell’esperto: è improbabile che i batteri nel tuo probiotico sopravvivano oltre la data di scadenza indicata in confezione. Non dare per scontato che lo faranno; invece, acquista un flacone con un conteggio delle pillole e una data di scadenza adatti alle tue esigenze.

Probiotica | prezzi ed offerte attuali

I microrganismi probiotici hanno un prezzo compreso tra circa 0,20 € e 0,85 € per pillola.

Il costo dipende in qualche modo dalla potenza (UFC) e dal numero di ceppi inclusi, ma un prezzo per pillola più elevato non è sempre indicativo di una migliore qualità.

Alcuni probiotici costano 0,80 € per pillola per un singolo ceppo di batteri, mentre altri hanno cinque o più ceppi e ne costano circa 0,25 €. In breve, dovresti sempre considerare il prezzo di un probiotico insieme al suo elenco di ingredienti.

Probiotici cosa servono | consigli e trucchi per un utilizzo migliore

Cosa sevono i probiotici, cosa sono tutti questi integratori e quali sono i consigli e trucchi per non sbagliare nella loro assunzione e conservazione. Ecco una serie di piccoli ed utili suggerimenti.

  • Non lavare i tuoi probiotici con acqua clorata. Il cloro uccide i batteri e può influire sull’efficacia del tuo integratore.
  • Prendi il tuo probiotico a stomaco vuoto, preferibilmente al risveglio al mattino o prima di un pasto.
  • Se hai un sistema immunitario indebolito o una grave condizione di salute, parla con il tuo medico prima di aggiungerne un qualsiasi ceppo, alla tua dieta quotidiana.
  • Se il tuo probiotico non richiede refrigerazione, tienilo in un luogo fresco e buio dove non sarà esposto a molta luce solare o calore.
batteri probiotici quale e come scegliere

Lo sapevi che: È una buona idea prendere i microrganismi probiotici mentre stai assumendo antibiotici e anche per diverse settimane dopo per aiutare il tuo corpo a ricostituire la sua scorta di “batteri buoni”.

Cosa sono i probiotici | domande frequenti FAQ

D. A cosa servono i probiotici ?

R. Questi integratori vengono, generalmente, utilizzati per mantenere l’equilibrio della flora batterica intestinale, poiché il loro fruire permette di regolare il microbiota in maniera vantaggiosa per tutto l’organismo.

D. Che differenza c’è tra probiotico e prebiotico?

R. I probiotici sono organismi viventi che producono vantaggi al nostro organismo e che si possono ingerire tramite alimenti o integratori particolari. I prebiotici invece sono delle sostanze organiche, come le fibre, che incentivano la crescita dei batteri utili che formano il microbiota.

D. Che differenza c’è tra i probiotici e fermenti lattici?

R. I fermenti lattici, quando assunti, non sopravvivono al passaggio all’interno dello stomaco, mentre i probiotici rimangono attivi per tutto il tragitto, fino all’intestino, dove si moltiplicano e svolgono attività metaboliche, rilasciando molti benefici a tutto il nostro organismo.

D. È sicuro assumere microrganismi probiotici per intestino durante la gravidanza?

R. Gli studi suggeriscono che l’assunzione di questi microrganismi può aiutare a rafforzare il sistema immunitario del bambino. Ma come con qualsiasi cosa, è meglio consultare il proprio medico di fiducia prima di aggiungerne o no uno al proprio regime di salute.

D. I fermenti probiotici hanno effetti collaterali?

R. La maggior parte delle volte non lo fanno, ma è possibile. Potresti avvertire una lieve stitichezza, gonfiore o diarrea quando inizi a prendere sostanze probiotiche. Questo di solito è temporaneo.

D. Quali sono i migliori ceppi di attività probiotica da prendere durante l’assunzione di antibiotici?

R. Gli antibiotici eliminano gran parte dei batteri nel corpo senza discriminare tra buoni e cattivi. Sebbene questo possa aiutare a sbarazzarsi delle malattie batteriche, può anche esaurire il sistema immunitario, che potrebbe richiedere del tempo per riprendersi. I probiotici, in particolare quei ceppi noti per aumentare l’immunità, possono aiutare ad accelerare questo processo. È una buona idea iniziare a prendere un probiotico con i tuoi antibiotici e continuare a prenderli per circa un mese dopo per assicurarti che i tuoi batteri buoni ritornino a un livello ottimale.

Probiotici cosa servono | conclusioni …

Alla fine di tutto questo alla domanda “probiotici cosa servono” sai darti una risposta? Ora penso sia abbastanza chiaro che cosa sono questi integratori. Questi hanno un notevole impatto benefico all’interno del nostro sistema immunitario. E questo viene amplificato se, siamo stati sotto regime di antibiotici, per una qualsiasi infezione. Ma questi integratori aiutano la flora intestinale anche quando stai bene. Rafforzano il tratto digestivo finale, garantendoti una vita in buona salute.

Come consiglio sempre, per queste questioni, devi sempre consultare il tuo medico di fiducia prima di prendere qualsiasi decisione in merito. Una volta fatto avrai modo di prendere i migliori microrganismi probiotici disponibili in commercio.

Direi che, dopo quanto letto, sei a posto con il tuo intestino e per molto tempo. Quindi ti chiedo di condividere questo articolo con i tuoi amici ed amiche, via social con Facebook ed Instagram. Inoltre se ti va, lasciami un tuo commento qui sotto, ti risponderò quanto prima. Grazie di tutto. 🙂