dentifricio al carbone | naturalmente denti bianchi e sani

da | Ultimo aggiornamento 29-08-2022 | Salute e Igiene

Dentifricio al carbone attivo: se il tuo sorriso ha perso un po di colore, puoi rimediare, sempre se ce ne siano le possibilità, utilizzando un prodotto simile al dentifricio, ma realizzato con del carbone attivo. Questo prodotto ha notevoli proprietà sbiancanti, ma va usato con cautela. Se vuoi sapere tutto quello che sono riuscito a trovare, devi assolutamente leggere questa recensione.

Dentifricio al carbone 2022: guida acquisto migliori oggi in commercio

Chi non desidera un sorriso bianco e sano? Esistono innumerevoli paste, strisce sbiancanti, gel, dispositivi e altri prodotti progettati per riportare la normale colorazione dei denti, ma se sei alla ricerca di un’opzione naturale, il dentifricio al carbone vegetale potrebbe essere la scelta migliore.

Il rovescio della medaglia è che ne esistono così tante varianti, sul mercato che, trovare quella giusta per te, può essere difficile. Dovrai decidere il tipo, gli ingredienti, il sapore e le altre caratteristiche più adatte alla tua salute orale, in modo da ottenere il sorriso più luminoso possibile.

Se non sei sicuro di come iniziare la ricerca del miglior dentifricio al carbone, OpinioniProdotto è il sito di recensioni che può, davvero, darti un grande aiuto. Mi occupo di tutte le ricerche sui prodotti, in modo che tu possa concentrarti, solo, sulle informazioni necessarie per farti scegliere gli articoli ideali. E per rendere l’acquisto ancora più facile, ti suggerisco, anche un elenco di prodotti specifici che puoi trovare qui sopra.

Se, quindi, sei pronto ad acquistare il tuo prodotto, come detto prima, dai un’occhiata ai top della categoria. Se, per qualsiasi motivo, ancora hai bisogno di ulteriori informazioni generali su questo articolo, leggi qui sotto la guida, piena zeppa di molti consigli utili.

dentifricio al carbone quale scegliere

Lo sapevi che: i risultati finali, di sbiancamento del dentifricio al carbone variano da persona a persona. Alcuni individui ne vedono di più evidenti, mentre altri sperimentano uno sbiancamento più lieve.

Dentifricio carbone | cos’è veramente?

Se ti sembra un po strano lavarti i denti con lo stesso prodotto che usati per accendere la grigia del barbecue, questo non deve, per nulla, preoccuparti. L’ingrediente principale, non è la carbonella. Si tratta di carbone attivo, progettato specificamente per l’uso in prodotti per la salute e la cura personale.

Il carbone attivo si ottiene da ingredienti ricchi di carbonio come bucce di cocco, torba e gusci di noce che vengono macinati in polvere. La polvere viene solitamente mescolata con altri ingredienti per creare una pasta simile a un dentifricio tradizionale. Il carbone attivo è un materiale molto poroso, per questo viene utilizzato in una serie di prodotti per la salute e la cura personale per rimuovere le tossine dal corpo.

Dentifricio al carbone | vantaggi

Ci sono diversi motivi per cui l’uso di questa tipologia di dentifricio, può essere utile per il tuo sorriso.

  • Sbianca i denti: è un composto poroso e, può assorbire la placca e i batteri, che macchiano i denti.
  • Aiuta a prevenire la carie: aiuta a bilanciare il pH della bocca in modo che non sia troppo acido. Questo aiuta i denti a rimanere più forti per combattere la carie.
  • Combatte l’alito cattivo: aiuta a mantenere l’alito fresco eliminando i batteri che causano l’alitosi.
  • Riduce i germi: poiché il carbone attivo può uccidere fino al 90% dei batteri presenti nella bocca, il dentifricio è un modo efficace per ridurre al minimo i germi.

Per la tua sicurezza: prima di utilizzare un dentifricio al carbone, consulta il tuo dentista per assicurarti che sia la soluzione migliore per la tua salute orale.

Dentifricio al carbone attivo | caratteristiche principali

Tipologia

Questo prodotto per la pulizia dei denti, è disponibile in diverse forme, tra cui pasta, polvere e capsule. Tutte e tre possono fornire risultati efficaci, quindi la scelta della formula migliore per i tuoi denti, si riduce, di solito, a preferenze personali.

  • Pasta: la formulazione in pasta è esattamente quello che pensi: un dentifricio tradizionale che contiene carbone attivo. Si usa come un normale dentifricio, ma bisogna applicarne una piccola quantità sullo spazzolino perché è più abrasivo del dentifricio tradizionale.
  • Polvere: La polvere dentale al carbone si presenta in una piccola vaschetta contenente il prodotto sfuso. Per utilizzarlo, si bagna lo spazzolino, lo si immerge nella polvere e lo si applica sui denti. Questa ha una consistenza più aggressiva rispetto alla pasta, perché il carbone attivo non è macinato così finemente. Può anche essere un po più caotica, perché la polvere sciolta è facile da far cadere.
  • Capsule: Le capsule, sono simili alla polvere, tranne che per il fatto che, questa, è contenuta in capsule individuali che vanno aperte ogni volta che ci si lava i denti. Quando si svuota la capsula, si immerge lo spazzolino bagnato nella polvere di carbone, proprio come si farebbe con la vaschetta. Come la polvere, quello in capsule ha una consistenza più forte rispetto alla pasta, ma risulta meno confusionaria, perché si lavora con una quantità molto minore.

Ingredienti

Anche se il carbone è ovviamente l’ingrediente chiave, è importante considerare tutti gli ingredienti che un qualsiasi prodotto contiene, per assicurarsi che sia salutare per i denti.

Le formule completamente naturali sono, spesso, una buona opzione perché non contengono sostanze chimiche aggressive che potrebbero danneggiare i denti. Oltre al carbone attivo, possono essere presenti altri ingredienti provenienti da fonti come il bambù o i gusci di noci di cocco biologiche, come i seguenti:

  • Bicarbonato di sodio per aiutare a rimuovere le macchie
  • Olio di cocco per ridurre e combattere la placca, la carie e i disturbi gengivali.
  • Aloe vera per aiutare a ridurre i batteri e combattere la carie
  • Olio di menta piperita per combattere i germi, lenire le gengive e rinfrescare l’alito.

Perossido di idrogeno: Se hai impianti dentali, come otturazioni o corone, cercane uno, che sia privo di perossido. Il perossido di idrogeno può essere troppo aggressivo per questi apparati dentali e può persino irritare le gengive con un uso prolungato.

Solfati: Se sei preoccupato per le sostanze chimiche presenti nei prodotti per l’igiene personale, evita i dentifrici al carbone che contengono solfati (agenti detergenti aggressivi) o parabeni (usati come conservanti e collegati a una serie di problemi di salute).

Pasta del Capitano Dentifricio Carbone Vegetale Attivo - 75...
Pasta del Capitano Dentifricio Carbone Vegetale Attivo - 75...
Pasta del Capitano è un marchio completamente MADE IN ITALY.
1,69 EUR

Fluoro: Per chi è preoccupato per il fluoro, esistono varietà di dentifrici al carbone vegetale che ne sono privi. È bene sapere che un dentifricio senza fluoro non offre la stessa protezione dalla carie.

Sapore

Questo prodotto, ha un sapore piuttosto forte che molte persone, non trovano gradevole. Ecco perché la maggior parte delle varietà, ha un qualche tipo di aroma per rendere il prodotto più gradevole. La scelta di una sapore dipende da quello che ti piace di più, ma puoi trovarne in un’ampia gamma di opzioni, tra cui le seguenti:

  • Menta piperita
  • Menta speziata
  • Verde inverno
  • Anice
  • Cannella
  • Chiodi di garofano
  • Pesca
  • Tiglio
  • Cocco

Dentifricio al carbone | prezzi ed offerte attuali

I prezzi di questi prodotti, variano a seconda del tipo e della qualità degli ingredienti. Tuttavia, la maggior parte delle opzioni costa tra i 1,7 e i 35 €.

  • Economico

Le formule che presentano una base di ingredienti tipici del dentifricio con un po di carbone attivo mescolato sono le opzioni più economiche, con un prezzo che va da 1,7 a 7 €.

  • Fascia media

Le formule completamente naturali che contengono solo carbone attivo o una miscela di questo e altri ingredienti naturali sono più costose. In genere vanno da 8 a 20 €.

  • Costoso

I dentifrici al carbone più costosi sono formule completamente naturali che contengono ingredienti organici. Di solito costano dai 20 ai 35 €.

Lo sapevi che: per i denti sensibili, un dentifricio carbone vegetale è un’opzione migliore della polvere o delle capsule.

Dentifricio carbone | suggerimenti e consigli per un utilizzo migliore

  • Se versi la polvere di dentifricio carbone sul lavandino del bagno, utilizzare un fazzoletto per bambini per pulirla facilmente.
  • Non è una buona idea usarlo tutti i giorni. La consistenza abrasiva può consumare lo smalto se usato troppo spesso.
  • Se vuoi mantenere l’effetto sbiancante ottenuto con questa tipologia di dentifricio, usalo solo una volta alla settimana o una volta ogni due.
  • Lavare il lavandino subito dopo averlo usato. Se lasci che il residuo nero rimanga sulla superficie, potrà macchiarlo.
  • Se si verificano effetti collaterali durante o dopo il suo utilizzo, come gengive sanguinanti o macchie, interromperne immediatamente l’uso.
  • Tieni a portata di mano una tazza quando ti lavate i denti con questo prodotto al carbone. La pulizia sarà più facile se si sputa al suo interno, anziché nel lavandino.
migliore dentifricio al carbone

Lo sapevi che: il dentifricio al carbone è particolarmente efficace per rimuovere le macchie superficiali lasciate da caffè, tabacco, vino rosso e altri alimenti o bevande di colore scuro.

Dentifricio al carbone attivo | domande frequenti FAQ

D. È sicuro usare il dentifricio carbone vegetale?

R. Se sei preoccupato per i pericoli derivanti dall’ingestione di carbone attivo, non ci sono molti rischi. Tuttavia, alcuni di questi, soprattutto quelli in polvere, possono essere molto abrasivi e danneggiare lo smalto dei denti. È sempre una buona idea che parli con il tuo dentista prima di usarlo. Assicurati anche di fare un movimento leggero e delicato quando spazzoli i denti. Non utilizzare il dentifricio in presenza di piaghe, tagli o altre abrasioni nella bocca.

D. Per quanto tempo devo spazzolare i denti con il dentifricio al carbone?

R. Poiché, può essere abrasivo, non è necessario spazzolarlo sui denti per due minuti come un dentifricio tradizionale. Anzi, cerca di spazzolarlo leggermente sugli stessi per circa 60 secondi, quindi lascia riposare la pasta per almeno tre minuti per consentire al carbone di legarsi alle macchie superficiali e rimuoverle più efficacemente. Al termine dei tre minuti, sciacquare accuratamente la bocca per rimuovere i residui.

Colgate Dentifricio Sbiancante Max White Carbon, Dentifricio...
Colgate Dentifricio Sbiancante Max White Carbon, Dentifricio...
Ottieni un sorriso più luminoso con il dentifricio sbiancante Colgate Max...
9,75 EUR

D. Posso usare il dentifricio al carbone con un dentifricio tradizionale?

R. È possibile utilizzare un mix dei due, carbone e tradizionale. In effetti, è una buona idea far seguire al trattamento con carbone attivo un lavaggio dei denti con un dentifricio tradizionale. Il dentifricio può aiutare a rimuovere i residui di carbone che non si è riusciti a sciacquare, in modo da non preoccuparti delle macchie nere sulla lingua o lungo il bordo gengivale.

Dentifricio al carbone | conclusioni …

In definitiva, hai a disposizione un prodotto che riesce a darti un sorriso smagliante, ma solamente se utilizzato nella giusta maniera. Se non vuoi fare danni alla tua cavità orale, devi sapere come comportarti quando utilizzi un dentifricio al carbone.

Ecco quello che ho cercato di fare in questa recensione. Darti i giusti consigli e parametri di valutazione per farti fare la giusta scelta. Come sempre dico, scegli in base a quello che realmente ti serve e non a quello che gli altri ti consigliano.

Bene, siamo a fine articolo ed ora mi viene in mente di chiederti se mai hai provato prodotti di questo tipo, se ti sei trovato bene oppure ti hanno dato problemi. Lascia le tue impressioni qui sotto e, se ti va, condividi quanto letto, con tutti i tuoi amici e followers via social. Ti aspetto. 🙂

Colgate Dentifricio Sbiancante Max White Carbon, Dentifricio...
  • Ottieni un sorriso più luminoso con il dentifricio...
  • La sua formula con carbone attivo e microparticelle minerali...
  • La presenza del carbona aiuta a ripristinare il bianco...