umidificatore per ambiente | vietato respirare aria secca!

miglior umidificatore portatile come scegliere

Aggiornato il 10 Marzo 2023

Un umidificatore per ambiente fa l’esatto contrario di un deumidificatore. Detto così sembrerebbe uno scherzo, perché il lavoro dei due si annulla. Ovviamente si utilizzano in ambienti diversi e per diverse problematiche e condizioni atmosferiche. In questo articolo andremo ad analizzare questo prodotto elettronico, nel suo funzionamento. Ecco cosa e come trovare i migliori per questo Marzo 2023.

Feloyal Umidificatore Mini, Umidificatori Portatili...
  • ♥ 【Due modalità di spruzzatura】 Questo mini...
  • ♥ 【Funzionamento silenzioso e funzione luce notturna】...
  • ♥ 【Funzione timer off】 Quando il livello dell'acqua è...
Offerta
USB Umidificatore, 2 modalità di nebbia Mini super...
  • 【Due modalità Mist e Spegnimento Automatico】 Questo...
  • 【Luce LED a 7 colori】 L'umidificatore a 7 colori cambia...
  • 【Muto】a Applica la tecnologia a toni chiari, lavora...
Offerta
Fanximan Umidificatore Ambiente Portatile e Wireless, Mini...
  • ✅【5 Modalità di Spruzzo】Umidificatore wireless a...
  • ✅【Senza Fili/Cablato】la Batteria integrata da 2000 mAh...
  • ✅【Timer e materiale privo di BPA】Spegnimento...
Kavolet Umidificatore USB 260 ml, Umidificatore a Pietra di...
  • [Mantieniti in salute] Quando la luce è accesa, la pietra...
  • [Crystal Salt Stone] Il coperchio del diffusore dell'olio è...
  • [Basso rumore] L'umidificazione silenziosa è a basso rumore...
SOWUDM Umidificatore Ambiente Portatile Piccolo...
  • Può alleviare lo stress, calmare la mente e il corpo,...
  • Il design a prova di perdite. Non bagnerà il desktop.
  • Puoi regolarlo a tuo piacimento. Quindi può servire come...

Consiglio dell'esperto: Se non hai trovato l'articolo Umidificatore Portatile che stavi cercando, scopri tutti i prodotti aggiornati, attraverso questo link ora disponibili.

Umidificatore 2023: guida acquisto migliori oggi in commercio

Troppa umidità non fa bene alla tua salute: sfortunatamente, anche l’aria troppo secca, può causare problemi se non in modo peggiore. Oltre all’aumento dell’elettricità statica, ai brividi e ai capelli danneggiati, l’aria più secca può creare le condizioni ideali per la riproduzione di germi e virus. Se ti trovi in questa condizione, hai bisogno di un umidificatore per ambiente.

Sebbene ne esistano diverse tipologie sul mercato, i migliori e più sicuri utilizzano la tecnologia a ultrasuoni o evaporativa per aggiungere umidità all’aria. È necessario un modello sufficientemente adeguato per gestire l’area prevista, sia che si tratti della stanza del bambino sia che si tratti dell’intera casa. È inoltre necessario che sia abbastanza silenzioso, dotato di filtro, classificato Energy-Star e facile da pulire.

migliore umidificatore quale scegliere

Consiglio dell’esperto: se soffri di problemi respiratori, un umidificatore può risolverne alcuni. L’aria umida è molto più facile da respirare rispetto a quella secca.

Umidificatori | ma cosa sono esattamente?

Un umidificatore aria è un apparecchio che mantiene il livello di umidità ottimale in una stanza aggiungendo particelle umide all’aria.

I modelli moderni utilizzano uno dei quattro metodi per fornire umidità all’ambiente, vale a dire: vapore, nebulizzatori, vibrazione a ultrasuoni o evaporazione.

Questa recensione, avrà il focus solo su quelli a ultrasuoni e a evaporazione. Infatti, i modelli nebulizzatori non hanno le stesse prestazioni di quelli a ultrasuoni ed evaporativi, mentre gli umidificatori a vapore sono più adatti per scopi diversi dall’umidificazione degli ambienti.

Vapore

Creano una nuvola di vapore caldo che disperde l’umidità nell’aria. Tuttavia, presentano un rischio di ustione e possono essere pericolosi da usare in presenza di bambini.

Nebulizzatori

Una ventola riduce l’acqua in gocce finissime, di dimensioni tali da poter essere nebulizzate e che, quindi, volano nell’aria, saturandola. In particolare, questo tipo di unità crea, talvolta, un eccesso di umidità e residui.

Vibrazione a ultrasuoni

Gli umidificatori d’aria a ultrasuoni utilizzano potenti onde sonore per generare uno strato di nebbia fine che aiuta a inumidire l’aria. Tuttavia, la sua resa, può essere limitata.

Evaporazione

Infine, i modelli a evaporazione utilizzano un’azione di trascinamento per far evaporare l’acqua nell’aria. Una ventola aiuta a disperdere il vapore risultante.

Umidificatore aria | caratteristiche principali

Generalmente, per testare questi articoli, si creano ambienti che simulano le condizioni normali in una stanza di medie dimensioni. La prova consiste nel capire come ed in quanto tempo e condizioni, gli stessi riescono ad abbassare l’umidità relativa al suo interno, ad un livello confortevole. Presi tutti i dati dai diversi modelli messi a confronto, insieme ad altri fattori come il rumore e la qualità del vapore emesso, si tirano le somme interpretando i risultati.

Dall’esame di tutto ciò ecco le caratteristiche principali che devi necessariamente esaminare prima di ogni altra operazione:

Esigenze personali

Quando si parla di umidificazione, ogni persona ha esigenze diverse. Inoltre, ciò che va bene per te, potrebbe essere eccessivo per un altro.

Per alcune persone, l’aria secca durante i mesi freddi può aggravare le condizioni respiratorie o rendere la casa poco confortevole. Un piccolo modello a ultrasuoni potrebbe essere la soluzione migliore, in questa situazione.

Per chi vive in un clima secco tutto l’anno, un modello evaporativo in grado di umidificare l’intera casa potrebbe essere più adatto.

Facilità di manutenzione

Questi articoli elettronici, hanno alcuni nemici naturali, tra cui muffe, batteri e funghi. L’acqua stagnante nel serbatoio può diventare molto pericolosa e l’umidità eccessiva in una stanza può favorire la crescita di muffe e funghi.

Molti produttori affrontano questi problemi, includendo filtri antimicrobici e trattamenti chimici dell’acqua.

Tuttavia, spetta a te mantenere il tuo articolo pulito e asciutto tra un utilizzo e l’altro.

Potenza

Alcuni umidificatori d’aria, sono dei veri e propri cavalli di battaglia di livello commerciale, in grado di erogare vapore sufficiente a reidratare centinaia di metri quadrati di aria secca.

Altri sono progettati per umidificare spazi molto più piccoli, come la stanza di un bambino o uno sgabuzzino adibito ad ufficio. Alcuni modelli hanno serbatoi di grande capacità che erogano aria umidificata per ore e ore.

Altri hanno serbatoi piccoli che richiedono un riempimento frequente nel corso della giornata. Analizzando attentamente il consumo energetico e il tempo medio di funzionamento di ciascun concorrente, ecco alcune considerazioni.

Lo sapevi che: il rumore emesso dagli umidificatori a ultrasuoni è solitamente inferiore a 30 decibel, l’equivalente del suono ambientale in una tranquilla zona rurale. I modelli ad evaporazione più potenti possono emettere oltre 60 decibel, l’equivalente di una conversazione di sottofondo in un ristorante o in un ufficio affollato.

Umidificatori d’aria | caratteristiche principali

Hai diversi fattori da considerare quando scegli un prodotto di questa categoria. Per ottenere il massimo dalla spesa, prima di acquistarlo è bene informarsi sul filtro, sulle dimensioni/capacità e sull’area di copertura di un determinato apparecchio.

Umidostato

Per un livello ottimale di umidità nell’aria, cerca un modello con umidostato incorporato. Questa funzione monitorerà l’umidità della stanza e spegnerà l’apparecchio quando il livello di questa, raggiunge un obiettivo prefissato. Può anche impedire all’umidità in eccesso nell’aria di appannare le finestre o creare un odore di muffa nella stanza. Se eviti di prenderlo con un sensore del tipo incorporato, puoi comunque monitorare il livello di umidità nella tua casa usando un igrometro, uno strumento piccolo ed economico.

Livello di rumore

Alcuni, sono piuttosto rumorosi quando sono in funzione, mentre altri sono quasi del tutto silenziosi. Quelli a ultrasuoni emettono rumori ad alta frequenza che, per la maggior parte, non possono essere uditi dall’orecchio umano. Pertanto, sono ideali per l’uso in aree in cui il rumore è un problema, come le camere da letto.

Filtro

Sono dotati di serbatoi d’acqua dai quali pescano per emettere l’umidità nell’ambiente. Queste sottili gocce d’acqua sono presenti nell’aria che respiri, quindi è bene che ti assicuri che non contengano germi e batteri.

Se lo utilizzi solo occasionalmente, questo aspetto è particolarmente preoccupante, in quanto un serbatoio pieno d’acqua stagnante può generare e moltiplicare i germi nel tempo. Non è certo il caso di inalare questi vapori.

Una soluzione è quella di utilizzare esclusivamente acqua distillata. Ma questo può diventare costoso, per non parlare degli inconvenienti. Un’altra soluzione è quella di acquistare un umidificatore per ambiente, con un filtro incorporato che rimuove i batteri dall’acqua. Alcuni modelli dispongono anche di filtri UV che aiutano a rimuovere ulteriori batteri, virus e spore di muffa.

Per chi soffre di allergie, un modello con un pre-filtro per pulire l’aria in arrivo può essere un’idea intelligente. Questi filtri dell’aria sono abbastanza sottili da intrappolare polline, acari della polvere, peli e altre piccole particelle che potrebbero altrimenti passare nel suo interno ed essere rilasciati nuovamente nell’aria.

Cartuccia di demineralizzazione

Se abiti in zone con acqua dura, prendine in considerazione uno con una cartuccia di demineralizzazione. Questo filtro aggiuntivo raccoglierà i minerali naturalmente presenti nell’acqua dura e impedirà loro di essere rilasciati nell’aria come una sottile polvere bianca che può diventare un fastidio e un irritante per le vie respiratorie.

Dimensioni/capacità

Le dimensioni e la capacità del modello preso in considerazione, dipendono dalla quantità di spazio che desideri umidificare.

Gli umidificatori piccoli e portatili sono ideali per stanze di piccole e medie dimensioni. Ad esempio, se ne può usare uno in camera da letto durante la notte.

Se invece vuoi umidificare uno spazio più ampio, ad esempio l’intero appartamento, avrai bisogno di un modello più potente.

Le sue dimensioni fisiche e la capacità del serbatoio dell’acqua sono buoni indicatori della sua potenza, ma non sono gli unici fattori da considerare.

Area di copertura

Se vuoi scoprire quanto spazio può occupare l’umidificatore d’aria che hai scelto, leggi nelle specifiche la sua area massima di copertura.

La maggior parte dei produttori fornisce questo valore, in modo approssimativo in metri quadrati, ovvero la quantità di spazio che l’unità può umidificare efficacemente.

Se conosci le dimensioni della stanza o delle stanze che vuoi trattare, l’area di copertura ti dirà se il modello che stai considerando è all’altezza del compito.

Auto-Spegnimento

Molti umidificatori sul mercato, sono dotati di una funzione di spegnimento automatico. Questo è importante se prevedi di lasciarlo acceso per periodi di tempo prolungati, poiché spegnerà l’unità se si esaurisce l’acqua. Un arresto automatico può impedire anche, allo stesso, di surriscaldarsi e bruciarsi.

Consiglio dell’esperto: non lasciare mai il serbatoio dell’umidificatore pieno quando è spento. Batteri e funghi possono iniziare a crescere nell’acqua.

Umidificatore d’aria | prezzi ed offerte attuali

È possibile trovarne a diversi livelli di prezzo, per soddisfare le esigenze di budget grandi e piccoli.

Economici

I modelli di base partono da 13-39 €. Questi modelli sono solitamente i più adatti per le aree più piccole.

Fascia media

Costano circa 40-99 €. Possono essere adatti a stanze più grandi, ma di solito non sono efficaci per interi appartamenti.

Costosi

Il loro costo si aggira tra i 100 e i 250 €. Di solito sono adatti per l’uso in più stanze; alcuni possono addirittura umidificare un intero appartamento o un piano di una casa, a seconda delle dimensioni.

Suggerimenti e consigli per un utilizzo migliore

Ecco una serie di consigli e suggerimenti, per poter utilizzare il tuo prodotto al meglio e farlo durare il più possibile.

  • Scegli un modello adatto alla dimensione della stanza. Prenderne uno sottostimato oppure sovrastimato non ti farà risparmiare nulla. Scegli in base alle tue reali esigenze.
  • Puliscilo regolarmente per prevenire la crescita di batteri. Lo abbiamo già visto, l’acqua ristagnante prolifera di batteri e tutte le schifezze possibili ed immaginabili. Tienilo in perfetto igiene lasciandolo bene asciutto quando non in uso.
  • Utilizza acqua distillata per evitare depositi di minerali. Evita di far rimanere in tutta la stanza quella fastidiosa polverina bianca, causata da acqua con molti minerali.
  • Regola la quantità di umidità nella stanza con il controllo dell’umidità. Se hai un igrometro, controlla sempre il livello di umidità nella stanza. Così come il troppo secco, anche il troppo umido, può causare problemi alle vie respiratorie.
  • Sostituisci regolarmente i filtri. Se non li cambi ad intervalli regolari, questi si intaseranno e non riusciranno più a svolgere il loro lavoro originario, ovvero quello di mantenere l’aria libera da polveri ed allergeni.
  • Evita di posizionare gli umidificatori accanto a una fonte di calore. Chiaro che se vuoi dare umidità ad una stanza, prima di tutto cercherai di non tenere accesi riscaldamenti, sarebbe un controsenso. Se hai fornelli accesi, tienili lontani da questi.
  • Spegnilo quando non in uso. Risparmio energetico per primo, ma anche un uso consapevole che se una cosa non serve, non va utilizzata in quel preciso momento.
migliore umidificatore per ambiente

Lo sapevi che: se noti della condensa sulle finestre, è possibile che l’umidificatore sia troppo alto. Un’umidità compresa tra il 30% e il 50% è l’ideale.

Domande frequenti FAQ

D. Come posso mantenere puliti gli umidificatori?

R. È fondamentale mantenerli puliti, in modo che l’umidità emessa sia sicura per la respirazione. Ciò comporta il risciacquo quotidiano del serbatoio dell’acqua e un’accurata pulizia e disinfezione settimanale. Per maggiori informazioni, consulta le istruzioni del produttore.

D. A quale percentuale di umidità devo mantenere la mia stanza?

R. L’umidità ideale è spesso indicata al 45%, ma alcune persone possono preferire un ambiente leggermente più o meno umido. Per trovare l’impostazione perfetta per il tuo articolo, potresti avere bisogno di fare alcuni tentativi.

D. Cosa fa un umidificatore per ambiente?

R. Sono apparecchi che aggiungono umidità all’aria producendo e rilasciando nebbia o vapore. Ti aiutano a mantenere un livello di umidità impostato in casa e impediscono che si asciughi. Ne esistono sia ad aria calda che fredda (alcuni sono in grado di entrambi), ma il modo in cui opera il tuo, dipenderà dal tipo. Tuttavia, tutti assorbono l’aria dall’ambiente circostante e aggiungono umidità, per poi disperderla nella stanza.

D. Quali sono i vantaggi di un umidificatore d’aria?

R. Vengono spesso utilizzati per lenire i problemi causati dall’aria secca. Questi includono prurito alla pelle, labbra screpolate e persino sanguinamenti del naso, nonché sintomi respiratori da raffreddore o allergie. Le persone in climi particolarmente secchi o freddi spesso li trovano come un rimedio utile. Il che può aiutarli a respirare, dormire e sentirsi meglio nel complesso. Se hai a che fare con problemi respiratori specifici, dovresti chiedere al tuo medico una raccomandazione su quale tipologia sia la migliore.

D. Come si pulisce un umidificatore di questo tipo?

R. Oltre a drenare e asciugare il suo serbatoio, prima di riempirlo ogni volta, lo stesso deve essere pulito regolarmente per garantire che batteri e microbi dannosi non prolifichino. Di solito si consiglia di pulire e decalcificare con aceto e disinfettare con candeggina o un detergente appositamente formulato. Alcuni sebtoi, possono effettivamente andare in lavastoviglie, ma diversi tipi hanno requisiti speciali, quindi è meglio seguire le istruzioni del produttore. Si consiglia spesso l’uso di acqua distillata. E i modelli con filtro dovranno essere sostituiti ogni pochi mesi o come sempre suggerito dal produttore.

Umidificatore per ambiente | conclusioni …

Dopo aver analizzato le caratteristiche ed i pro e contro di un umidificatore per ambiente, posso, tranquillamente, trarre alcune conclusioni molto importanti:

  1. Funzione: sono progettati per migliorare l’umidità dell’aria, che è spesso troppo secca in ambienti chiusi, come case e uffici. Questo può aiutare a prevenire problemi di salute come la secchezza delle fauci e del naso, tosse e mal di gola.
  2. Varietà di modelli: ne esistono molti tipi, tra cui ad ultrasuoni, a vapore caldo, a nebulizzazione e a evaporazione e, ognuno ha pro e contro. Ad esempio, quelli ad ultrasuoni sono silenziosi e hanno un prezzo accessibile, ma possono essere difficili da pulire.
  3. Dimensioni e portabilità: gli umidificatori possono essere grandi o piccoli, a seconda delle esigenze. Quelli più piccoli sono facili da trasportare e utilizzare in più stanze, mentre quelli più grandi possono coprire un’area più ampia.
  4. Uso di acqua e filtri: molti di questi, utilizzano filtri per purificare l’acqua prima di utilizzarla, ma alcuni modelli richiedono anche la sostituzione regolare dei filtri. È importante verificare questo fattore prima dell’acquisto.

In generale, tutta questa categoria di prodotti, possono migliorare la qualità dell’aria e aiutarti a mantenere un buon tenore di salute e benessere (parlo di aria respirata). Scegliere il giusto modello dipende dalle esigenze specifiche di ogni persona, ed ogni tipo presenta vantaggi e svantaggi: tutti aspetti ampiamente affrontati in questa recensione.

Per concludere il tutto, mi piacerebbe conoscere le tue esperienze con questo articolo, quali modelli hai acquistato e se si sono dimostrati all’altezza delle tue necessità. Infine, se vuoi darmi un valido aiuto, condividi quanto letto in tutti i social dove sei presente ed i tuoi followers aspettano novità. Per oggi finiamo qui. 🙂

Articolo precedenteMiglior radiatore elettrico a basso consumo come si sceglie?
Articolo successivopurificatore d’aria | ecco come respirare aria pulita in casa