Come scegliere la migliore mascherina lavabile anti covid in tessuto per te

(Ultimo aggiornamento il: 16 Agosto 2020)

Guida acquisto migliore mascherina lavabile anti covid in tessuto.

Tabella Riepilogo Contenuti

Qualsiasi mascherina lavabile anti covid è meglio di nessuna mascherina, per aiutare a rallentare la diffusione del coronavirus. Ora che tutti, vendono quelle facciali di stoffa riutilizzabili, hai moltissime opzioni tra le quali scegliere. Decine di migliaia di loro. (Circa 20.000 inserzioni solo su Ebay.)

Dalle varie dichiarazioni di autorità, da stilisti ed esperti tessili a scienziati di aerosol e specialisti di malattie infettive, bisogna concentrarci sui piccoli ma cruciali dettagli di design, che ne fanno anche i prezzi. Questi hanno un impatto enorme su come si adatta una mascherina lavabile e sente e, per estensione, come aiuta a prevenire la trasmissione virale da persona a persona.

Come funziona una mascherina lavabile in tessuto implica diversi fattori

Poiché il modo in cui funziona una mascherina lavabile coinvolge una miriade di fattori (le dimensioni della testa e dei tratti del viso di una persona, i loro comportamenti e l’ambiente), non potremmo identificare quella più efficace per ogni persona e ogni situazione.

Sulla base di ricerche approfondite e test preliminari di vestibilità e comfort, tuttavia, abbiamo alcuni consigli per le mascherine regolabili che pensiamo si adatteranno la maggior parte dei volti comodamente e funzioneranno bene se indossate correttamente. Dopotutto, la “migliore” mascherina lavabile in tessuto è quella che indosserai.

Come si sceglie la migliore mascherina lavabile in tessuto?

Comprensibilmente, la maggior parte delle persone preferirebbe una mascherina che calzi come un guanto, intrappoli tutti i virus in entrata e in uscita, ti lasci respirare aria fresca con facilità, come se non la stessi indossando. Sfortunatamente, quel tipo non esiste. Acquistare una mascherina facciale in tessuto è un insieme di compromessi.

In generale, meglio una che blocca le goccioline respiratorie, sulla quale è più difficile è respirare. Al contrario, più è facile respirare attraverso una di queste, meno è potenzialmente protettiva. Il meglio che una mascherina lavabile non medica può fare, è allinearsi strettamente alle curve del tuo viso, coprirti il ​​naso e la bocca e sentirti abbastanza a tuo agio da non portare affanno durante la giornata.

In questa guida, ti porteremo attraverso le ultime ricerche sui rivestimenti in tessuto per il viso, ti aiuteremo a costruire una collezione delle migliori mascherine lavabili che si adattano alle tue varie esigenze. Inoltre ti spiegheremo come dare la priorità alla vestibilità e al comfort può portare a una migliore protezione, per gli altri e anche, per te.

Acquistare una mascherina lavabile facciale in tessuto è un esercizio di compromessi.

Sopra, abbiamo identificato nelle mascherine in vendita con dettagli di design che gli esperti, hanno detto di aver cercato quando facevano acquisti per se stessi che abbiamo riscontrato quanto vestibilità e comfort hanno un grande impatto. Queste caratteristiche includono fili modellabili del ponte del naso; fermacorda o fasce regolabili; e tasche filtro.

Continueremo a cercare le migliori opzioni scientifiche, più recenti e sulle esigenze in continua evoluzione delle persone con il mutare delle stagioni. Finché le mascherine anti covid rimarranno un punto fermo nella vita quotidiana, saremo qui con aggiornamenti.

Mascherina lavabile in tessuto: La ricerca

A chi è rivolto questo post

Stare a casa o stare ad almeno 2 metri di distanza dagli altri è il modo migliore per ridurre la diffusione del coronavirus. Questo vale per tutti, non solo per le persone che sanno o sospettano di essere malate, perché come sottolinea una revisione di giugno 2020, ben il 45% delle persone infettate dal coronavirus potrebbe non mostrare alcun sintomo. Ma è difficile prevedere se il distanziamento sociale sarà possibile in una data situazione. Quindi, se devi stare in pubblico per qualsiasi motivo, dovresti indossare una mascherina lavabile in tessuto anti covid.

Prodotto Consigliato:
X3 PZ MADE IN ITALY - Mascherina Lavabile, Mascherine Lavabili, Mascherina Cotone, Mascherina Nera, Copertura protettiva in tessuto riutilizzabile e regolabile con tasca per filtro antipolvere
329 Recensioni
X3 PZ MADE IN ITALY - Mascherina Lavabile, Mascherine Lavabili, Mascherina Cotone, Mascherina Nera, Copertura protettiva in tessuto riutilizzabile e regolabile con tasca per filtro antipolvere
  • Set da 3 Mascherine Lavabile in Lavatrice a 60 gradi. Modello Unisex / Taglia Unica - Per chi, oltre a rispettare la legge, tiene anche all'aspetto estetico e non vuole girare per la città con dei pannolini sul volto, offriamo una valida alternativa che è alla moda
  • Mascherine Lavabili con maglia più elastica ed estensibile per adattarsi al meglio alla forma del viso. Il design ergonomico di queste mascherine lavabili e modellate la mantengono ben posizionate sul viso, anche durante conversazioni di lunga durata
  • Queste mascherine lavabili usano il filato Dryarn che la rende il 30% più leggera ed il 20% più traspirante rispetto ad altre fibre. Regola la traspirazione e non sbilancia il sistema di termoregolazione mantenendo la pelle asciutta. Una barriera isolante e traspirante, calda nei mesi invernali e fresca nei mesi estivi. Ideale per restare a contatto continuo con la pelle per ore
  • Queste mascherine lavabili sono prodotte in Italia. Sterilizzate con vapore prima del confezionamento - Non è di un dispositivo medico
  • Abbiamo a cuore la piena soddisfazione dei nostri Clienti sopratutto in questo periodo di difficoltà per noi italiani.Ti garantiamo il rimborso qualora ti riterrai insoddisfatto del tuo acquisto, in qualunque momento e senza dover fornire alcuna spiegazione. Perchè non provarli queste mascherine di cotone?

Agiscono come barriere fisiche

Agendo come barriere fisiche, i rivestimenti in tessuto per il viso possono aiutare a impedire, a chi li indossa, di trasmettere grandi goccioline respiratorie alle persone intorno a loro. Gli studi, incluso questo documento del 2012 spesso citato, hanno anche suggerito che una mascherina facciale di qualità può aiutare a ridurre le possibilità che chi la indossa inali goccioline più piccole. Queste sono chiamate aerosol e vengono espulse da noi e dalle altre persone.

Fondamentale il distanziamento sociale

Fondamentalmente, indossare una mascherina ffp2 o ffp3, come queste, non è una scusa per ignorare le distanze sociali, proprio come indossare una cintura di sicurezza non giustifica una guida spericolata. Come con qualsiasi equipaggiamento protettivo personale, le mascherine in tessuto sono l’ultima linea di difesa nella gerarchia dei controlli. Quindi, mentre ne indossi una, devi comunque allontanarti dalle altre persone e praticare una buona igiene (lavarsi le mani con i giusti prodotti). Tutti questi interventi lavorano in tandem per darci le migliori possibilità di ottenere il controllo della situazione.

Mascherina lavabile in tessuto: Quali materiali sono i migliori?

Gli scienziati stanno tentando di determinare quali materiali e tipologie costruttive, esattamente, rendono le mascherine in tessuto più protettive. Ma le scoperte passate e attuali, oltre al buon senso, possono fornire indizi. In assenza di studi controllati per SARS CoV-2, è necessario esaminare i principi che sono stati trovati dall’efficacia clinica e da studi di laboratorio: mettendo tutto insieme possiamo fare raccomandazioni sensate.

Come la mascherina lavabile in tessuto si confronta con i respiratori N95 e quelle chirurgiche

Un respiratore N95 è progettato specificamente per bloccare l’inalazione di particolato, comprese le goccioline delle dimensioni di un virus. Dovrebbe adattarsi alle curve del tuo viso senza perdite, ed è costituito da un materiale speciale che filtra almeno il 95% della materia aerodispersa delle dimensioni di 0,3 micron. Le fibre di una mascherina respiratoria N95 sono elettrostatiche e non tessute (disposte in modo casuale), il che rende più difficile l’ingresso di particolato.

Mascherine N95

Alcune mascherine N95, come queste, includono valvole per un’espirazione più facile. Questa caratteristica può essere eccezionale durante le condizioni di fumo di incendi. Ma spiega l’Organizzazione mondiale della sanità, tali valvole possono essere problematiche quando l’obiettivo è prevenire la diffusione del coronavirus perché per progettazione possono far fuoriuscire l’aria non filtrata.

Mascherine chirurgiche

A differenza delle mascherine respiratorie, le mascherine chirurgiche, come queste, non hanno lo scopo di creare una tenuta ermetica sul viso. Gli spazi vuoti sulle guance significano che drasticamente più goccioline possono fuoriuscire. Un recente documento della Northeastern University riporta che una mascherina chirurgica sigillata a chi lo indossa con una fascia tagliata da un paio di calze di nylon è passata dal bloccare il 50% al 75% delle piccole particelle (meno di 0,3 micron) al bloccare il 90%.

Offerta
Mascherina chirurgica 50 pz mascherina usa e getta blu 3 veli
  • 50 maschere protettive
  • Alta qualità
  • A prova di polvere
  • A prova di vento
  • Maschera facciale a 3 strati

Grazie agli strati di materiale non tessuto di una mascherina chirurgica, è meglio di una mascherina lavabile di tessuto per bloccare le goccioline, se la persona indossa quella mascherina chirurgica aderente al viso. Ma le persone raramente, se non mai, lo fanno. Come suggerisce uno studio dell’aprile 2020, una mascherina in tessuto ben costruita che si adatta bene può bloccare le goccioline meglio di una mascherina chirurgica che non si adatta bene.

Mascherine viso bocca naso lavabili riutilizzabili assorbenti tessuto batteriostatico
  • Fasce viso [set 3 pezzi] naso / bocca in doppio tessuto batteriostatico - tessuto elasticizzato ed aderente - TAGLIA UNICA UOMO/DONNA
  • RIUTILIZZABILI - Lavabili e sterilizzabili in acqua bollente – Con tasca tra i due strati per poter inserire a piacimento ulteriori strati di tessuto o altri materiali per aumentare l’effetto
  • Alto potere assorbente - Con punto in rilievo per aumentarne lo spessore e la capacita assorbente, creando camere d'aria per una migliore ventilazione
  • Prodotto 100% Made in Italy - OGNI CONFEZIONE CONTIENE 3 FASCE

Cosa considerare quando si acquista una mascherina lavabile per il viso in tessuto

I principi di base di una copertura per il viso sono abbastanza semplici. Vuoi che la mascherina lavabile passi sopra le tue narici e la tua bocca in modo tale da non scivolare via. Anche una bandana legata intorno alla testa è meglio di niente. Ma se vuoi massimizzare la potenziale protezione per gli altri e possibilmente per te stesso, potresti anche scegliere qualcosa di più sostanziale.

Quando tossisci senza mascherina, gli aerosol volano fuori dalla bocca fino a circa 2,5 metri in media, secondo uno studio di giugno 2020. Legati quella bandana e gli aerosol in uscita raggiungono in media solo 1,20 metri, hanno scoperto gli autori. Indossa una mascherina lavabile di cotone trapuntata (per ricordo fatti un selfie) a due strati ben aderente e quelle goccioline, in media, si fermano a soli 70 centimetri circa.

Per trovare la mascherina migliore per te, concentrati su vestibilità e comfort e la protezione dovrebbe venire da sola (supponendo che la indossi correttamente, ovviamente, e pratichi anche il distanziamento sociale quando possibile).

Vestibilità mascherina anti covid: creare un sigillo protettivo

Affinché una mascherina antivurus funzioni al massimo delle sue potenzialità, deve adattarsi al tuo viso. Quando ci sono grandi spazi per la fuoriuscita delle goccioline, non importa quanto sia buono il filtro o quanti strati hai. Una che si adatta perfettamente al viso può migliorare le prestazioni fino al 50% rispetto alla stessa che non lo fa.

Una mascherina che si adatta correttamente si estende verticalmente dal ponte del naso (appena sotto la linea degli occhi) a circa 2,5 cm sotto il mento e si estende orizzontalmente da guancia a guancia, o meglio ancora, il più vicino possibile alle orecchie. Idealmente, dovrebbe coprire il più possibile il naso e la bocca.

Ecco cosa fare per assicurarti che ciò accada:

Studia la tabella delle taglie

Le mascherine in genere non sono rimborsabili; per garantire una vestibilità ragionevole, annota le dimensioni di una mascherina lavabile anti covid e poi misura il tuo viso, compresi i centimetri aggiunti dall’eventuale barba/baffi del viso e l’altezza del naso, con un metro a nastro morbido per confermare che i numeri corrispondono. (Alcuni marchi, come queste, forniscono misurazioni del viso anziché misurazioni della mascherina.) Nota anche che una mascherina pieghettata si espande quando la regoli per coprire il tuo viso.

Se una mascherina lavabile è troppo corta, non rimarrà sul naso o sul mento. Se è troppo alta, i bordi possono bloccare la tua vista, colpire gli occhi o pendere troppo larghi intorno al mento. Mascherine troppo larghe possono influenzare il modo in cui gli elementi di fissaggio elastici si adattano alle orecchie o alla testa.

Prodotto Consigliato:
M-Brace AIR Mascherina Lavabile e Riutilizzabile, PACK 2 PEZZI, Tessuto a triplo strato, laccio, Colore Silver e Titanium, per Uomo, Donna e Bambino
  • ✅ - 3 STRATI PROTETTIVI: LA mascherina M-Brace Air è composta da 2 strati di morbida lycra e un sottile strato di poliuretano che funge da filtro per le particelle più piccole.
  • ✅ - FIT PERFETTO: La mascherina lavabile M-Brace è disponibile il 3 diverse taglie che variano in base alla dimensione del viso, in questo modo la mascherina lavabile non risulterà scomoda per chi la indossa. Oltre alle taglie la mascherina ha una forma 3D per adattarsi ancora meglio e non calare quando si parla.
  • ✅ - CORRETTA RESPIRAZIONE: Ti è mai successo di provare affaticamento e sudorazione quando indossi la mascherina? è normale, le comuni mascherine non sono traspiranti, per questo motivo abbiamo dovuto utilizzare tessuti appositamente realizzati per essere traspiranti ma allo stesso tempo filtranti.
  • ✅ - MADE IN ITALY: Grazie all'esperienza di 50 anni nel settore abbiamo realizzato la mascherina lavabile perfetta.
  • ✅ - INCLUSO IN CONFEZIONE: Nella preziosa scatola M-Brace Air si trovano due mascherine riutilizzabili di colori differenti e un laccio da indossare nel caso si voglia tenere la mascherina al collo.

Non innamorarti di “taglia unica”

Quella taglia unica potrebbe non adattarsi a te. Tra le mascherine disponibili con più opzioni, non tutte le designazioni delle dimensioni sono uguali. Anche mezzo centimetro può fare la differenza, soprattutto se hai un viso più largo o più sottile, un mento più lungo o un ponte nasale più alto.

Una mascherina lavabile adeguatamente aderente si estende verticalmente dal ponte del naso (appena sotto la linea degli occhi) a circa due centimetri e mezzo sotto il mento, e si estende orizzontalmente da guancia a guancia, o meglio ancora, il più vicino possibile alle orecchie.

Cerca un filo per il ponte del naso

Una mascherina dovrebbe abbracciare delicatamente le linee delle guance, immergersi lungo i lati del naso e curvare sul ponte. Un filo modellabile aiuta una mascherina a farlo. Senza quella stretta aderenza, le goccioline possono entrare e uscire lungo i lati del naso. Puoi modificare le mascherine lavabili di stoffa cucendo le tue strisce di alluminio o persino le fascette da supermercato.

Considera la forma della mascherina

È probabile che le silhouette a cono si incurvino sulle guance meglio di un semplice pezzo di stoffa che giace piatto o di una mascherina rettangolare con pieghe. Questo è probabilmente il motivo per cui i ricercatori della Northeastern University hanno scoperto che i sigilli con calze di nylon spesso fanno meno differenza di prestazioni quando sovrapposti su mascherine a forma di cono rispetto a quando sovrapposti a mascherine di altre forme.

No products found.

Le mascherine a forma di cono hanno cuciture verticali che consentono al tessuto di “tendersi”, dandogli una certa altezza come una coppa del reggiseno. A seconda del posizionamento delle cinghie, le mascherine a forma di cono possono adattarsi abbastanza bene alle guance.

Le mascherine con pieghe …

Tuttavia, le mascherine con pieghe forniscono più margine di manovra per ponti nasali più alti. Rispetto alle mascherine a cono dal taglio meno generoso, le mascherine pieghettate possono anche essere più comode per alcune persone perché lasciano spazio tra il tessuto e le guance. Se gli elastici della mascherina non aiutano a sigillare i lati (un problema comune con le mascherine pieghettate), prova ad aggiungere una catena di tre elastici, come dimostra questa tecnica intelligente (video).

Oppure puoi sempre usare il trucco della calza di nylon, in cui metti una manica tagliata dal collant sopra la mascherina. Ad ogni modo, l’aspetto risultante non è esattamente il massimo, ma forse è qualcosa da considerare per le situazioni in cui pensi di aver bisogno di una protezione extra.

Verificare la presenza di elementi di fissaggio regolabili.

Una vestibilità troppo aderente, che lascia segni sulla pelle, potrebbe indurti a toglierla. Per una vestibilità sicura, regola gli elastici sulla parte posteriore della testa facendo un nodo o posizionandoli sopra una coda di cavallo. (Le regolazioni della fascia superiore sono particolarmente cruciali per aiutare la mascherina ad adattarsi perfettamente alle guance.) Gli anelli elastici per le orecchie con fermacorda consentono una vestibilità personalizzabile. Se i tuoi anelli non regolabili sono troppo grandi, annoda o aggiungi un interruttore di blocco del cavo di dimensioni adeguate da solo.

Esamina la trama del dispositivo di fissaggio.

Le fasce con le creste possono afferrare meglio i capelli senza scivolare, specialmente se i tuoi sono lisci. Gli anelli per le orecchie realizzati con corde elastiche si appendono più facilmente alle orecchie meno rigide ma possono farti sentire dolorante dopo alcune ore, soprattutto se sono troppo strette. Se questo è il tuo problema, prova a utilizzare “paraorecchie” (come questi), cinturini in velcro o forcine.

Comfort: equilibrio tra traspirabilità e filtrazione

Solo l’idea di qualcosa che ostruisca il naso e la bocca può essere angosciante, utilizza mascherine leggere e monostrato realizzate con tessuto più traspirante (come queste). Ma se desideri proteggere te stesso e gli altri, le mascherine ben aderenti che bilanciano la traspirabilità con l’efficienza di filtrazione (la percentuale di particelle che una mascherina può bloccare) funzionano meglio, ammesso che tu le tenga.

Devi trovare un equilibrio tra comfort e rischio.

Proteggere gli altri è relativamente facile

Quasi tutti i tessuti possono fermare le particelle di dimensioni superiori a 5 micron che escono dalla tua bocca quando parli ad alta voce, canti, tossisci o starnutisci. Ma è intrappolare le goccioline da 1 micron o più piccole, che possono provenire da te o da altri che respirano e parlano a volume regolare, che è dura.

All’inizio della pandemia, i funzionari sanitari consideravano queste minuscole goccioline di aerosol meno preoccupanti. Ma ora un numero crescente di esperti ritiene che, in effetti, tali goccioline potrebbero benissimo essere coinvolte nella trasmissione del coronavirus, con la più piccola che si libra nell’aria di una stanza scarsamente ventilata per ore, aspettando solo di essere inalata.

Ci sono ancora molte incognite, inclusa la quantità di virus che una persona deve inalare per causare un’infezione. Ma se vuoi sbagliare dalla parte della cautela, indossare una mascherina ben aderente con una buona efficienza di filtrazione potrebbe aiutare. Inizia con le caratteristiche seguenti, tenendo presente che nessuna mascherina è garantita per fornire una protezione completa. Ma se stai lottando per lasciare una mascherina, gioca con materiali diversi. È necessario bilanciare comfort e rischio.

Trame strette

La tua mascherina è come una rete metallica. Maggiore è il filo in una determinata area, più solida è la barriera, più difficile sarà superarla. Come suggerisce il suddetto studio dell’aprile 2020, il numero di thread (il numero di thread verticali e orizzontali in un pollice quadrato) è importante. Con goccioline inferiori a 0,3 micron a basso flusso (simile a quello che accade con la respirazione), un cotone trapuntato a due strati con 80 fili mostra un’efficienza di filtrazione molto inferiore rispetto a un materiale simile a una federa a due strati con 600 fili.

Sfortunatamente, pochi produttori di mascherine forniscono informazioni sul conteggio dei fili online e non ti resta che prendere la loro parola su quanto siano “robusti” o “fitti” i materiali che stanno utilizzando. Quindi, prima di acquistare, assicurati che la tua mascherina abbia almeno più livelli, preferibilmente con una tasca del filtro. Quando arriva la mascherina, tienila in controluce. Più aperture visibili si vedono nella struttura del tessuto, meno efficace può essere il materiale nel filtrare le particelle. Per rinforzare una mascherina realizzata con tessuto a trama larga, aggiungi più strati nella tasca del filtro in modo da bloccare più luce che passa (ma non così tanto da far sembrare la mascherina soffocante).

Strati multipli

Le mascherine multistrato sono più protettive delle monostrato e in particolare quelle di cotone da 12 a 16 strati sono associate alla protezione. Un obiettivo più realistico è mirare a un minimo di tre strati, incluso uno strato esterno in qualche modo resistente all’acqua, uno strato intermedio non tessuto e, vicino alla pelle, uno strato interno confortevole. La mascherina è come un percorso ad ostacoli per il passaggio del virus.

Taglio generoso

Questa è la caratteristica rara che migliora sia la traspirabilità che la filtrazione. Con “generoso” non intendiamo una mascherina troppo grande per te. Dovrebbe essere una mascherina ben aderente progettata intenzionalmente con una superficie più ampia in modo che sia “più alta” sul viso (per assegnare più spazio tra il tessuto e il naso), più ampia sul viso (con ogni lato che si estende più vicino ogni orecchio), o idealmente entrambi. In questo modo hai più aria che passa attraverso il panno e quell’aria viene filtrata, al contrario dell’aria che entra di nascosto dai lati. Una mascherina piatta dal taglio semplice crea la situazione opposta: si trova vicino al naso e alla bocca, quindi hai meno aria filtrata da respirare in un dato momento.

Tasca filtro

Alcune mascherine, comprese quelle che ci piacciono di più, sono costituite da almeno due strati di stoffa e una tasca che ti permette di rinforzare la tua mascherina con uno o due strati aggiuntivi a tua scelta, che si tratti di un altro pezzo di stoffa o di un telo di materiale non tessuto. (Ovviamente puoi anche lasciarlo vuoto.)
I materiali non tessuti sono costituiti da fibre filate in una rete casuale che viene quindi riscaldata per formare un foglio. Scivolato tra due o più strati di tessuto, il materiale non tessuto complica il labirinto esistente che un virus deve attraversare prima di poter raggiungere il naso e la bocca, creando un percorso tortuoso.

Ci sono quasi tante opzioni di tessuto non tessuto studiate come filtri per mascherine di stoffa quante sono le stesse. Il materiale di fabbricazione in polipropilene Oly-Fun può aumentare l’efficienza di filtrazione delle particelle dal 10% al 20% per strato. Ciò si verifica con l’aiuto della carica elettrica, strofinandola con un guanto di gomma, il che rende quel percorso ad ostacoli virale ancora più impegnativo, almeno per 24 ore in condizioni di “umidità moderatamente elevata”.

Utilizzo dei fazzoletti e degli asciugamani di carta

Gli asciugamani di carta e i fazzoletti possono aumentare la capacità di filtraggio dal 5% al ​​10% per strato (di nuovo, con la carica elettrica). I filtri dell’aria anti-allergeni premium non in fibra di vetro, che, come Oly-Fun, sono anch’essi costituiti da polipropilene, sembrano promettenti. Alcuni produttori di mascherine di stoffa, includono i propri strati filtranti in tessuto non tessuto rimovibili con le loro mascherine, insieme alla possibilità di acquistare ricariche.

Scivolato tra due o più strati di tessuto, un materiale non tessuto complica il labirinto esistente che un virus deve attraversare prima che possa raggiungere il naso e la bocca.

Con la ricerca sull’efficacia dei filtri per mascherine non mediche e, in alcuni casi, sulla sicurezza a lungo termine ancora agli inizi, non possiamo ancora consigliare il filtro “migliore”, anche se speriamo di farlo con l’accumulo di scienza. Nel frattempo, visualizza eventuali dichiarazioni di filtraggio specifiche con una buona dose di scetticismo.

Cura e manutenzione

Come le fidate magliette, le migliori mascherine sono lavabili in lavatrice, quindi vengono pulite rapidamente e rientrano nell’utilizzo. (Ogni mascherina che consigliamo può tollerare il lavaggio in lavatrice.) Se non si dispone di una macchina, o se il produttore della mascherina consiglia diversamente, anche il lavaggio a mano della mascherina va bene. Lavare sempre una nuova prima di indossarla per la prima volta.

Non è necessario utilizzare acqua calda: il calore può restringere alcuni tessuti naturali e può anche accelerare l’usura nel tempo, in particolare per i materiali sintetici.

Lavarsi le mani dopo aver toccato una mascherina indossata e prima di toccare qualsiasi altra cosa.

Lava la mascherina secondo l’etichetta. (Se hai utilizzato un filtro in polipropilene o carta, rimuovi prima quel pezzo e gettalo via immediatamente o segui le linee guida del produttore). Il CDC offre anche linee guida per il lavaggio della mascherina. In generale, va bene qualsiasi detersivo per bucato, anche il sapone. Il coronavirus si scompone facilmente con acqua e sapone, sia che si trovi sulle mani che su una mascherina.

Il virus è essenzialmente materiale genetico avvolto in un guscio di lipidi e proteine. Il sapone letteralmente lo dissolve e lo fa disintegrare. Non c’è bisogno di usare acqua calda: il calore può restringere alcuni tessuti naturali e può anche accelerare l’usura nel tempo, in particolare per i materiali sintetici. L’acqua calda è adeguata (anche se per alcune mascherine è preferibile un lavaggio a freddo, di nuovo, controlla le istruzioni del produttore).

Controlla le istruzioni indicate dal produttore

A seconda delle istruzioni del produttore, puoi asciugare la mascherina in tessuto nell’asciugatrice (come queste) o lasciarla asciugare all’aria. Ricorda, tuttavia, che il calore accelera la rottura, in particolare con gli elastici. In ogni caso, assicurati che la mascherina sia completamente asciutta prima di indossarla di nuovo.

Se decidi di stirare la mascherina, evita di stirare gli elastici. Se sei un operatore sanitario o lavori in altro modo in un’occupazione ad alto rischio per l’esposizione a COVID-19, segui le regole del tuo posto di lavoro, che possono includere le linee guida CDC più rigorose. Ma in un ambiente quotidiano puoi sostanzialmente pulire la tua mascherina di stoffa (non lavorativa) come faresti con il tuo solito bucato.

Considera di avere sempre un minimo di mascherine nel tuo guardaroba

Con l’utilizzo, ormai quotidiano, della mascherina lavabile in tessono o no, questa è diventata la nuova normalità. Considera di averne alcune a portata di mano. In questo modo, avrai sempre un backup a portata di mano, così come un margine di manovra se non vai in lavanderia come previsto.

Se trovi una mascherina che ami, potrebbe essere meglio acquistare multipli di quello stile. Potresti anche prendere in considerazione la possibilità di raccogliere una manciata di stili diversi perché ogni tipo è più o meno pratico per situazioni diverse. La mascherina che potresti scegliere di indossare per una gita al supermercato, ad esempio, non è necessariamente dello stesso tipo che prenderesti quando ti alleni.

Raccogli una gamma di materiali e forme di mascherine. E sii realistico su ciò che sarai disposto a indossare in diverse situazioni. Prova una nuova mascherina a casa in modo da poter valutare la vestibilità e il tuo comfort prima di indossarla in pubblico. Se puoi acquistare più di un tipo di mascherina, prendi in considerazione la possibilità di sceglierne una con uno strato superiore trattato in modo tale da evitare che le goccioline si assorbano.

E le mascherine lavabili anti covid per bambini?

Quando consideri il delicato equilibrio tra comfort e protezione, tieni presente che per i bambini il comfort tende a vincere. Dopo tutto, a che serve una mascherina altamente efficiente se tuo figlio si rifiuta di indossarla? Se aggiunge comfort e porta le persone a indossare una mascherina in modo più coerente di quanto farebbero altrimenti, questo è un fattore importante considerare. In futuro vedrò di pubblicare qualcosa dedicato a questo aspetto, nel frattempo:

Tieni presente le seguenti direttive:

  • I bambini di età inferiore a 2 anni non dovrebbero indossare mascherine, secondo le linee guida CDC e le raccomandazioni dell’Associazione Italiana Pediatri. Lo stesso vale per i bambini con ritardi nello sviluppo o problemi respiratori.
  • Usa un detersivo senza profumo durante il lavaggio: i profumi possono irritare le vie respiratorie dei bambini.
  • Per evitare rischi di strangolamento, opta per mascherine con anelli per le orecchie piuttosto che sistemi o elastici che girano intorno alla testa, soprattutto per la scuola o i parchi giochi.
  • Chiedi a tuo figlio di esercitarsi a indossare la mascherina e a rimuoverla in sicurezza a casa (ad esempio mentre guarda la TV) in modo che si senta a proprio agio nell’indossarla all’aperto. Il gioco creativo può aiutare (mascherine come costumi da supereroe!).

Mascherina lavabile facciale in tessuto anti covid: Domande frequenti FAQ e suggerimenti

D. Devo acquistare una mascherina lavabile?

R. Probabilmente possiedi già materiali che puoi modellare sotto forma di mascherina e non è necessario cucire. Eccon alcuni tutorial interessanti.

D. Che ne dici di scaldacollo e schermi per il viso?

R. Gli scaldacollo, come quelle di Buff, possono coprire il naso e la bocca, proprio come consiglia il CDC. Questa soluzione, sebbene è uno scarso trattenitore di particelle che misurano meno di 0,3 micron, funziona bene con goccioline di grandi dimensioni. Quindi, se l’obiettivo è impedire alle particelle espirate di atterrare sulle superfici e contaminarne altre, servono a questo scopo.

Scaldacollo o ghetta

La ghetta, o scaldacollo ha intrappolato piccole particelle con un ulteriore strato di carta assorbente tra i due strati di tessuto, ha aggiunto. Grazie al loro materiale stretto ed elastico, le ghette del collo hanno offerto una buona tenuta se adeguatamente dimensionate, sebbene siano generalmente meno efficaci di una mascherina con un filo. Per rimuovere uno scaldacollo, fai scivolare le mani all’interno del bordo inferiore in modo da poter usare il dorso delle mani per allungare il tessuto in direzioni opposte e sollevare l’indumento sopra e fuori dalla testa senza potenzialmente contaminarti. Lavati le mani dopo.

Buff Team Work, Scaldacollo Unisex – Adulto, Multicolore, Taglia Unica
  • Prodotti creati utilizzando tessuto estensibile in tutte le direzioni per un miglior comfort e vestibilità
  • Protezione contro le radiazioni UV del sole, i risultati dei campioni testati nei laboratori forniscono una protezione del 98%
  • Progettato per migliorare la sostenibilità, utilizzando microfibre di poliestere ottenute da bottiglie di plastica riciclate

Schermo facciale

Uno schermo facciale (come questi) può proteggere gli occhi e bloccare le goccioline di grandi dimensioni da colpi di tosse e starnuti diretti sul viso. Se blocca le goccioline più piccole è un punto controverso: dopotutto non sigilla la parte inferiore del viso, quindi teoricamente le goccioline possono entrare e uscire da sotto lo scudo. Tuttavia, in un articolo di opinione dell’aprile 2020, si è notato che gli studi basati sul virus dell’influenza suggeriscono che le visiere potrebbero comunque essere protettive.

A partire da agosto 2020, il CDC non consiglia di utilizzare schermi protettivi al posto delle mascherine, né molti medici lo fanno. Stiamo solo raccomandando schermi facciali in situazioni speciali per i nostri pazienti, come quelli che hanno un’anatomia facciale unica o un disturbo sottostante che può rendere difficile indossare la mascherina lavabile.

Visiera Protettiva di Sicurezza, UNTIRE Protezione Schermo Facciale trasparente, traspirante, riutilizzabile, antipolvere antiappannamento con protettiva fascia elastica
  • Protezione completa: l'uso di Visiera Protettiva di Sicurezza rende i pannelli in plastica di alta qualità più efficaci delle normali maschere, che possono isolare la saliva e proteggere l'intero viso da spruzzi, spruzzi, gocce d'acqua, olio e fumo.
  • Antiappannamento e antistatico: la combinazione perfetta di tecnologia avanzata e materiali PET di alta qualità può prevenire efficacemente polvere, nebbia, vento ed elettricità statica e migliorare durata e praticità.
  • 120 ° regolabile: Visiera Protettiva di Sicurezza ha 3 cornici riutilizzabili e 20 visiere parasole rimovibili. Può essere ruotato fino a 120 gradi per una facile regolazione.
  • Materiale unico e leggero, cinturino elastico, facile da smontare e installare, riutilizzabile, traspirante, confortevole e sicuro.
  • Occasione: può essere utilizzato in catering, attrezzature di produzione, generi alimentari, ambiente industriale, luoghi all'aperto e luoghi pubblici e ottenere il massimo grado di protezione.

Visiera protettiva

Tuttavia, gli schermi protetti i possono essere utili se usati insieme alle mascherine. Poiché lo scudo è altamente riutilizzabile, sono preziosi per gli operatori sanitari che hanno bisogno di mantenere pulito il loro N95 più a lungo. Gli schermi per il viso possono anche essere utili come protezione aggiuntiva per coloro che indossano una mascherina di stoffa in altre situazioni a distanza ravvicinata.

D. Come prevenire maskne (e problemi di pelle correlati)

R. “Maskne“, o acne associata alla mascherina per il viso, è una realtà per molte persone. Se si manifesta costantemente un’eruzione cutanea o un’acne quando si indossa una mascherina facciale in tessuto, guardare lo strato della mascherina che si trova più vicino al viso. I coloranti dispersi sul tessuto possono migrare sulla pelle e provocare la sensibilizzazione della pelle.

Alcuni tessuti sintetici, come il poliestere o il nylon, possono danneggiare la barriera cutanea e provocare infiammazioni, La microfibra può essere più tollerabile, anche se il cotone, è il materiale migliore in termini di prevenzione delle irritazioni.

Alcuni tessuti possono anche screpolare le labbra. Per mitigare l’irritazione, prima di indossare una mascherina, applica la gelatina di petrolio (come questa) sulle labbra: è meglio rimanere fermi e trattenere l’umidità rispetto ai balsami per le labbra.

D. Come ridurre l’appannamento degli occhiali in una mascherina lavabile facciale

R. La scelta di una mascherina ben aderente, idealmente con un filo per il ponte nasale modellabile, dovrebbe aiutare ad alleviare il problema comune degli occhiali o di altri occhiali appannati quando il naso e la bocca sono coperti con un panno. Per creare una migliore tenuta tra una mascherina e il tuo viso, devi lasciare meno spazio all’aria per sfuggire alla mascherina e appannare gli occhiali. Al momento si stanno testando alcuni spray, gel e salviettine anti-appannamento contro i tensioattivi domestici (come shampoo per bambini e saponette) e più avanti avremo risultati di cui parlare.

D. Cosa succede se ho una condizione respiratoria o un’altra disabilità che impedisce di indossare una mascherina lavabile di tessuto convenzionale?

R. Vari gruppi di medicina respiratoria hanno recentemente rilasciato una dichiarazione proprio su questa preoccupazione. Suggeriscono di lavorare con il tuo medico per trovare una soluzione che funzioni per la tua situazione. Ad esempio, anche se una visiera facciale non è efficace quanto le mascherine lavabili di stoffa, indossarne uno è meglio che non indossare niente. Quelli con malattia polmonare cronica sottostante dovrebbero essere in grado di indossare una copertura facciale non N95 senza influire sui livelli di ossigeno e anidride carbonica. Ma, i medici dovrebbero affrontare il problema caso per caso.

Per le persone che vivono con altri che dipendono dalla lettura labiale, l’Associazione Nazionale dei Sordi fornisce alcune linee guida. Le mascherine trasparenti per sordi (come queste) possono aiutare nella lettura delle labbra. In situazioni a basso rischio e distanziamento sociale, le visiere di protezione per il viso possono facilitare la comunicazione; in caso contrario, anche gli SMS possono essere utili.

TBSDQLTEV - 4 bandane riutilizzabili, anti polvere, unisex, con finestra trasparente, espressione visibile per sordi
  • Contenuto della confezione: 4 pezzi.
  • Dimensioni: 20,5 x 11,5 cm. Taglia unisex e universale, si adatta perfettamente alla maggior parte delle persone.
  • Per la nostra sicurezza: indossare la mascherina per il viso è un modo per evitare la diffusione dei virus, ma per la comunità dei sordi, una mascherina per il viso che nasconde la bocca può essere una barriera per una comunicazione efficace.
  • Risolvi i problemi di comunicazione: le espressioni facciali e la lettura delle labbra sono fondamentali per le persone sorde per capire gli altri. Comunicare senza mettere a rischio la propria salute è diventato un problema serio per le persone sorde e necessita una soluzione immediata.
  • Per mostrare le emozioni: la finestrella trasparente rende visibili le labbra di chi indossa la mascherina, rendendo possibili le espressioni facciali del parlante.

Conclusioni …

Trattando un argomento così importante ho deciso di riportare moltissime notizie tutte prese online e delle quali ora metto le fonti qui sotto. Non penso di aggiungere altro, se non il fatto di tenere duro sempre ed in ogni momento. Solo così facendo riusciremo a vincere la nostra battaglia contro il covid-19.

Fonti:

Elenco fonti prima parte

  • Sarah Brooks, PhD, direttrice del Center for Atmospheric Chemistry and the Environment presso la Texas A&M University.
  • Hana Akselrod, MD, MPH, medico di malattie infettive e assistente professore di medicina, George Washington University
  • Lawrence Chu, MD, direttore dell’Anesthesia Informatics and Media Lab, Stanford University School of Medicine
  • Michael Kaye, professore a contratto presso FIT e fondatore di Michael Kaye Couture
  • Raina MacIntyre, PhD, capo del Biosecurity Program, Kirby Institute, University of New South Wales, e principale ricercatrice presso il National Health and Medical Research Council australiano
  • Supratik Guha, PhD, professore di ingegneria molecolare presso l’Università di Chicago Pritzker School of Molecular Engineering
  • Loretta Fernandez, PhD, professore associato di ingegneria civile e ambientale presso la Northeastern University
  • Grace Jun, assistente professore di moda e disabilità presso la New School, Parsons School of Design, New York City, e CEO di Open Style Lab
  • Juan Hinestroza, PhD, professore associato di scienza delle fibre e direttore del Textiles Nanotechnology Laboratory presso il College of Human Ecology della Cornell University
  • Carrie Kovarik, MD, professore associato di dermatologia presso l’Ospedale dell’Università della Pennsylvania

Elenco fonti seconda parte

  • Linsey Marr, PhD, professore di ingegneria civile e ambientale, Virginia Tech
  • Robert Mazzeo, PhD, professore associato di fisiologia integrativa, University of Colorado Boulder
  • Robin Patel, MD, professore di medicina individualizzata e microbiologia presso la Mayo Clinic, ex presidente dell’American Society of Microbiology
  • Bryan Ormond, PhD, assistente professore di ingegneria tessile, Textile Protection and Comfort Center, Wilson College of Textiles, North Carolina State University, intervista telefonica, 12 giugno 2020
  • Teresa Oranges, MD, PhD, dermatologa presso l’Anna Meyer Children’s University Hospital di Firenze e presso l’Unità di Ricerca sulle Ferite dell’Università di Pisa
  • Amy Price, ricercatore senior, Anesthesia Informatics and Media Lab, Stanford University School of Medicine
  • Mark Losego, PhD, professore associato presso la School of Materials Science and Engineering presso Georgia Tech
  • Leonardo Trasande, MD, MPP, professore e vicepresidente di pediatria e professore di medicina ambientale e salute della popolazione presso la NYU School of Medicine, autore di Sicker Fatter Poorer
  • Ron Shaffer, PhD, ex capo della ricerca presso il National Personal Protective Technology Laboratory presso il National Institute for Occupational Safety and Health
  • Albert Rizzo, MD, chief medical officer dell’American Lung Association, intervista telefonica

I prezzi e la disponibilità dei prodotti sono accurati alla data/ora indicata sotto e sono soggetti a modifica. Ultimo aggiornamento 2020-11-23